Giacomo Michelis
L’imperiese Giacomo Michelis si laurea Vicecampione Italiano Under 18 di Lotta Libera PDF Stampa E-mail
Martedì 27 Marzo 2012 00:00

GiacomoLotta

A soli 3 mesi dall’apertura del nuovo settore Lotta Olimpica sotto l’egidia della FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali) presso il sodalizio imperiese OK club, arriva la prima finale Nazionale al centro olimpico FIJLKAM di Ostia Lido (RM), protagonista assoluto è Giacomo MIchelis che sabato scorso si laurea vice Campione italiano di lotta Libera nella categoria 85 kg.

Classe 1995 Giacomo frequenta il terzo anno di Ragioneria programmatori all’Ist. Ruffini di Imperia e al pomeriggio si allena all’OK club società che lo ha accolto all’età di sei anni e con la quale ha ottenuto risultati assoluti, dimostrando già dai primi passi sul tatami doti di indomito combattente e atleta di razza, nel 2009 arriva il titolo di Campione italiano di judo Under 15 nella categoria 73 kg e nel 2010 si classifica 7 al campionato Nazionale di judo Under 17. In virtù delle sue doti atletiche e dopo un anno di duro allenamento partecipa al campionato Nazionale 2010  di ju jitsu Under  17 e si classifica al secondo posto nella categoria 81 kg.

Purtroppo nell’agosto del 2011 Giacomo è costretto a uno stop per motivi di salute che lo vedrà rientrare a pieno ritmo negli allenamenti solo a gennaio di quest’anno e solo dopo un mese strappa il biglietto di qualificazione per il Campionato Nazionale di judo under 20 quando ancora non aveva compiuto 17 anni, si classifica 10 alle finali perdendo con il secondo classificato.

Ma torniamo alla gara di Sabato, dopo 3 mesi di allenamenti Il tecnico Imperiese di lotta Stefano Olisterno, vede in Giacomo un possibile protagonista a livello Nazionale, e in accordo con il Maestro Daniele Berghi che da sempre segue il ragazzo decidono di portarlo al Campionato Nazionale di Lotta Libera, anche se come si è dimostrato la scarsa conoscenza del regolamento poteva deporre contro l’imperiese, che non è riuscito a scrollarsi di dosso gli automatismi acquisiti in anni di judo. La finale ha visto Giacomo protagonista di quattro incontri tiratissimi tre dei quali terminati prima del limite per manifesta superiorità, la semifinale lo vedeva contrapposto al fortissimo torinese DEALBERA Emanuele campione italiano in carica under 18 di lotta Greco Romana, che nulla può contro lo strapotere fisico dell’imperiese, che riscuote oltre che l’accesso alla finale i complimenti del Tecnico torinese.

La finale lo vede opposto a Alfio Interbartolo campione Italiano in carica e rappresentante della nazionale azzurra ai campionati europei 2011, per nulla intimorito Giacomo perde la prima ripresa 5 a 4 e vince la seconda 7 a 4, il siciliano è stremato e sul 9 a 7 a suo favore Giacomo fa un ‘errore gravissimo frutto dell’inesperienza e degli schemi del judo che gli costa 4 punti e regala l’oro al pur forte atleta di Palermo.

“In virtù di questo piazzamento aspettiamo una chiamata in nazionale e la convocazione ai tornei dell’European Cup”, commenta il presidente dell’OK club dott. Franco Viani, “nel frattempo ci godiamo soddisfatti questo momento”.

 
Giacomo Michelis oro ai Nazionali di Judo PDF Stampa E-mail
Lunedì 07 Dicembre 2009 18:23

Si sono svolti presso il Palafijlkam di Ostia i campionati Nazionali di judo Under 15.

Gli atleti qualificati per le finali, sono stati 247, provenienti da tutta l’Italia, anche il sodalizio imperiese OK club judo e ju jitsu era presente in gara con Giacomo Michelis, che nella categoria al limite dei 73 kg. ha letteralmente dominato gli avversari, con una condotta di gara a dir poco esemplare, il primo incontro lo vede opposto al rappresentante della Lombardia, sul quale ha la meglio in circa 60 secondi, nel secondo turno affronta il fortissimo siciliano, (che a fine gara risulterà terzo) e con non poche difficoltà, ma sfruttando la sua superiore tecnica, batte prima del limite. Il terzo incontro è decisivo, per l’accesso in semi finale, e nulla può il piemontese, contro la determinazione di Giacomo che dopo neppure due minuti di combattimento vince per  Ippon (il KO nel pugilato), la semi finale si mostra subito un’incontro tattico, vista la grande abilità del rappresentante del CUS Siena, Alberto Luschi i due atleti si studiano per circa un minuto, e vengono ammoniti dalla terna arbitrale, per scarsa combattività, Giacomo resta lucido e continua l’incontro in moto tattico senza rischiare, e proprio su un attacco dell’avversario esegue una contro tecnica vincente che gli vale ippon, vittoria e accesso alla finale per l’oro, dove si sbarazzerà letteralmente del rappresentante del Judo Valbrenta, Luca Mocellin.

“Giacomo ha cominciato a fare judo all’ètà di 6 anni, e si è subito capito che il ragazzo aveva doti superiori alla media e una determinazione, che lo avrebbero portato a grandi risultati, quest’anno termina la stagione agonistica con un secondo posto al campionato Nazionale di ju jitsu, e un primo posto al campionato Nazionale di judo, che lo pongono sicuramente tra gli artisti marziali migliori d’Italia” dichiara Daniele Berghi, maestro del sodalizio imperiese.

“Siamo consapevoli che il lavoro da fare è ancora tanto, e cercheremo di farlo con umiltà e dedizione, come abbiamo sempre fatto “ aggiunge Giorgio Allaria,” come presidente dell’OK club non posso che essere felice, e ringraziare lo staff  formato dai Tecnici Federali Daniele Berghi; Franco Viani; Stefano Campeggio; Vincenzo Papasodaro; Giovanni Monte e dagli assistenti tecnici sociali Simone Amoretti; Rosaria Rusciano e Sara Zat per i grandi risultati e la serietà con la quale operano.

 

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (judo.pdf)judo.pdfArticolo apparso su "Il Secolo XIX" l'8 dicembre 2009 1073 Kb