Memoria "Luigi Sicco" 2018 PDF Stampa E-mail
Martedì 27 Novembre 2018 00:00

LuigiSicco2018

Si è svolto a Celle Ligure (SV) domenica 25 novembre il torneo di judo riservato alle classi pre-agonistiche dal 2013 al 2007 “Memorial Lugi Sicco 2018”.

Una gara di judo, soprattutto per le classi pre-agonistiche, non è semplicemente un evento sportivo dove c'è chi vince e chi perde al contrario lo spirito del judo porta i giovani atleti a dare il meglio di sé ma portando il massimo rispetto dell’avversario sempre.

Al termine di ogni competizione ognuno dei partecipanti che sia atleta, arbitro, tecnico, accompagnatore, va via con qualcosa in più, dentro di sé ed è consapevole di aver avuto la possibilità di godere di un momento di crescita personale e collettivo.

Il Judo si rivela quindi non solo uno sport adatto a tutti i bambini, ma una vera e propria filosofia per imparare a conoscere sé stessi e l’ambiente circostante, il Judo infatti è uno tra gli sport maggiormente consigliati in età evolutiva, i bambini sul tatami imparano ad incanalare i propri istinti ed a controllare i movimenti secondo regole precise volgendo al positivo il proprio potenziale energetico.

Seppur uno sport di combattimento corpo a corpo, il Judo non è finalizzato all’attaccare o colpire l’avversario, bensì proprio come insegna l’etimologia dell’ideogramma JU-DO che letteralmente significa “Via della cedevolezza”, sottende ad una facoltà di adattamento, intesa come la capacità di rimuovere ogni ostacolo che troviamo sul cammino.

Sul tatami il bambino impara a mantenere calma e lucidità, leggendo con attenzione e in modo strategico la situazione e anticipando l’avversario. Il Judo, accompagnando il Judoka nella ricerca di un equilibrio fisico e mentale ottimale, favorisce a 360 gradi lo sviluppo armonico del ragazzo.

Una bellissima competizione a cui hanno preso parte 50 piccoli atleti dell’OK Club Imperia che uniti ai compagni della sede distaccata di Bordighera hanno dimostrato l'altro livello di preparazione non solo tecnica ma soprattutto morale ed etica.

Sono fieri i tecnici dell’OK Club che hanno seguito gli atleti in gara pensando a quanto impegno e passione sono riusciti a mettere sul tatami i piccoli judoka, impegno che si è trasformato in una cascata di venticinque medaglie d’oro, quattordici medaglie d’argento e undici di bronzo.

Un vero trionfo che ha permesso all’OK Club di conquistare il secondo posto nella classifica finale per società.

MEDAGLIA D'ORO PER:

Di Lernia Jacopo, Mij Leonardo, Marvaldi Stefano, Simonazzi Martina, Borri Matteo, Celislami Justin, Vassallo Giacomo, Vieriu Alexandru, Biondi Aurora, Bonsignorio Michele, Di Lernia Tommaso, Fresia Enrico, Marvaldi Francesco, Torresan Marco, Anys Rayan, Calimera Alessia, Sini Francesca, Vicari Alex, Brezza Giulio, Parrilla Giosuè, Petunia Giacomo, Giordano Martina, Simonazzi Damiano, Marzullo Rebecca, Vassallo Giada.

MEDAGLIA D'ARGENTO PER:

Donzellini Mattia, Haddad Yasmin, Potenza Andrea, Vottero Ris Riccardo, D'Angelo Samuele, Totis Mattia, Marvaldi Giulia, Quaglia Francesco, Donzellini Lorenzo, Floris Lorenzo, Rao Lorenzo,Scevola Paolo, Torresan Giorgia, Calzamiglia Justin.

MEDAGLIA DI BRONZO PER:

Zazzu Antonio, De Andreis Tommaso, Spadacini Gabriele, Caporali Edoardo, Penaloza Michelle, Vicari Nicole, Fiume Dennis, Teobaldi Mattia, Gilli Fabrizio, Iannuzzo Alice, Mirandola Niccolò.

 
29° Trofeo Internazionale Sankaku PDF Stampa E-mail
Mercoledì 07 Novembre 2018 00:00

Sankaku2018

Si è svolta domenica 4 novembre a Bergamo l’ultima tappa del Trofeo Italia per la categoria under 15, col prestigioso Trofeo Sankaku, competizione internazionale che ha visto la partecipazione di quasi seicento atleti provenienti da Svizzera, Spagna, Serbia, Polonia, Liechtenstein oltre che naturalmente dall’Italia.

Come sempre l’OK Club di Imperia partecipa con la categoria degli esordienti B (under 15) che cercano di racimolare punti nella ranking list nazionale in vista dei campionati italiani di categoria in programma per l’inizio dicembre a Lido di Ostia (Roma).

Sette gli atleti schierati dal sodalizio imperiese che hanno dato il massimo confrontandosi con i migliori atleti del panorama nazionale, Martina Gilli nella categoria al limite dei 48 kg, e Rachele Petunia nei 63 kg, nella categoria femminile mentre nella categoria maschile gareggiano Daniele Brezza al limite dei 42 kg, Federico Galletta 55 kg, Filippo Giromini 66 kg, Lorenzo Marzullo 46 kg e Nicola Saglietto 38 kg.

E’ proprio Nicola il primo a salire sul tatami, supera ottimamente i primi due incontri e perde il terzo con un forte atleta che si classificherà terzo, viene recuperato ma purtroppo un calo di concentrazione gli è fatale e si ferma in nona posizione.

Daniele Brezza al primo anno in categoria non riesce ancora a trovare la giusta concentrazione, grinta e determinazione non mancano, sicuramente riuscirà a riscattarsi nelle prossime gare.

Lorenzo parte col piede giusto, chiudendo il primo incontro a suo favore in pochi secondi con un forte atleta svizzero, perde però il secondo incontro e non riesce a trovare la giusta misura nel recupero.

Federico Galletta nella dura e numerosa categoria dei 55 kg inizia alla grande mettendo in fila tre vittorie consecutive contro avversari ostici, perde con un forte atleta piemontese che si classificherà terzo, vince ancora un recupero ma perde il secondo, si ferma in decima posizione ma con un ottimo segnale per le prossime gare.

Ultimo dei maschi è Filippo Giromini, forte atleta al limite dei 66 kg che ci ha sempre abituato ad ottime prestazioni, domenica un errore gli è stato fatale in un incontro che stava conducendo nettamente, sicuramente si rifarà nei prossimi appuntamenti.

Il pomeriggio vede in gara le categorie femminili, inizia Rachele che parte alla grande vincendo contro una forte atleta del capoluogo piemontese, ma si deve arrendere di seguito alla seconda della ranking, nono posto per lei.

Ultima a gareggiare della lunghissima giornata è Martina Gilli nella numerosa categoria al limite dei 48 kg, Martina combatte con grinta e tenacia ma non riesce a trovare la giusta misura e non viene recuperata, anche per lei un’esperienza che le sarà utile per il futuro.

Ora gli under 15 guardano al prossimo appuntamento del 18 novembre giornata in cui ci saranno le qualificazioni per il Campionato Italiano di categoria.

 
Judo alta Valle Tanaro PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Novembre 2018 00:00

JudoValTanaro4

 

Partito con successo il progetto Judo Valle Tanaro, che ha visto sabato scorso sul tatami allestito presso la palestra delle scuole di Ormea trenta ragazzi cimentarsi con entusiasmo.

Soddisfatti i tecnici del sodalizio Imperiese OK Club, che hanno potuto constatare come in Val Tanaro ci sia voglia di fare judo e quanto siano bravi i ragazzi che hanno partecipato alla prima lezione.

Ogni sabato dalle ore 10 alle ore 12 si terrà quindi l’appuntamento con il judo che non è solo uno sport ma soprattutto uno strumento educativo.

“ci siamo trovati davanti 30 bimbi e la cosa ci ha fatto molto piacere, abbiamo iniziato a giocare con loro, abbiamo iniziato a conoscerci e abbiamo iniziato a praticare judo” commenta il presidente dell’OK Club Franco Viani, “siamo certi che questa esperienza finalizzata alla divulgazione di questa fantastica disciplina sarà estremamente formativa per ragazzi e docenti”

“Siamo stati contattati in ottobre da un gruppo di genitori e con il supporto degli enti locali siamo riusciti a far partire il progetto nel migliore dei modi e in tempi record grazie alla collaborazione di tutti, lo staff tecnico impegnato nel progetto è capitanato dal Maestro Daniele Berghi cintura nera 6° dan, che vanta un’esperienza importante e di alto livello” conclude Viani.

L’appuntamento è quindi al prossimo sabato.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 4 di 50