Sharin Cup 2017 PDF Stampa E-mail
Domenica 21 Maggio 2017 00:00

Sharin2017-1

Domenica 21 maggio 2017 presso il palazzetto dello sport di Quiliano (Savona) si è svolto il trofeo di judo Sharin Cup 2017.

Alla manifestazione hanno partecipato oltre 60 atleti, fra agonisti e preagonisti, dell’OK Club Imperia e della sede distaccata di Bordighera hanno dato un chiaro segnale del valore raggiunto da questa società.

Alto tasso tecnico, unito all’educazione, al rispetto per il luogo ospitante e per tutti i presenti sono motivo di orgoglio per i tecnici che allenano, sostengono ed incoraggiano ogni giorno questi giovani atleti.

Atleti contraddistinti dunque da un grande cuore che in tutte le categorie si sono messi in evidenza facendo incetta di medaglie con splendidi ed importanti piazzamenti.

I primi a scendere sul tatami sono stati gli agonisti appartenenti alle classi esordienti 2003/2005, i sei atleti schierati in gara hanno regalato alla società quattro ori e due argenti che hanno posizionato l’OK Club al secondo posto nella classifica per società per la categoria esordienti con i seguenti piazzamenti:

Prima posizione e medaglia d’oro per Ferri Alessandro, Ghiglione Giulia, Gilli Martina, Teobaldi Eleonora.

Ottimo secondo posto e medaglia d’argento per Galletta Federico e Marzullo Lorenzo.

Oltre le medaglie, oltre la coppa, sono arrivati premi speciali per l’ippon più veloce realizzato da Galletta Federico e premio speciale quale migliore Esordiente B femminile per Ghiglione Giulia.

Ottimi risultati che hanno galvanizzato i piccoli atleti appartenenti alla categoria preagonisti che gareggiavano il pomeriggio, lucidi e determinati sul tatami hanno dominato posizionando la società al primo posto nella speciale classifica per club, primi su quattordici società partecipanti.

Un team affiatato l’OK Club che con dedizione e passione trasforma tutto l’impegno profuso in splendidi piazzamenti.

Questi i risultati dei preagonisti a fine giornata:

 medaglia d’oro per:

Ballarè Viola, Bracco Lorena, Calimera Alessia, Di Lernia Tomaso, Donzellini Lorenzo, Dossi Fabio, Floris Lorenzo, Guglieri Matteo, Lo Iacono Martin, Marzullo Rebecca, Oubacher Younnes, Petunia Giacomo, Potenza Andrea, Rao Lorenzo, Ricciardone Edoardo, Rossi Samuele, Scaramuzzino Matteo, Schembri Daniel, Sini Francesca, Vassallo Giacomo, Vicari Alex, Vieriu Alexandru.

 Medaglia d’argento per:

Caporali Federico, De Luca Pietro, De Luca Samuele, Di Marco Yuri, Fiume Dennis, Greco Francesco, Iapichino Nicolas, Malamaci Michele, Parrilla Giosuè Fausto, Quaglia Francesco, Raimondo Matteo, Ranise Simone, Rossi Stefano, Spadacini Gabriele, Trincheri Federico, Vassallo Giada, Vicari Nicole.

 Medaglia di bronzo per:

Anys Raian, Borri Matteo, Brezza Giulio, Caporali Edoardo, Cassini Daniele, Curto Riccardo, Gilli Fabrizio, Marvaldi Francesco, Parrilla Jasmine, Piccardo Mathias, Scarrone Marco, Siccardi Diego, Tabbò Lorenzo, Teobaldi Mattia, Vander Auwera Amelia, Verda Pietro, Wallace Jones Alicia, Wallace Jones Stella, Zacchia Maximilian.

 
Campionati Italiani di Lotta Libera Juniores PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Maggio 2017 00:00

ItalianiU18Lotta2018

Nella una stupenda cornice del Centro Olimpico Federale FIJLKAM di Ostia e precisamente nel rinnovato Pala Pellicone si sono svolti Sabato 3 e Domenica 4 febbraio i Campionati Nazionali Cadetti (U18) di Lotta Olimpica Stile Libero.

Puntuale il sodalizio imperiese dell’OK club si presenta all’appuntamento con tre atleti forti e motivati dal tecnico federale Stefano Olisterno, che in questa occasione vestiva il duplice ruolo di allenatore e genitore, il primo a scendere sul cerchio è

Ottima la prova di Riccardo Olisteno che al limite dei 51 kg che con decisione riesce a trovare il giusto spunto per superare il romano Alessio Giovanni per 11 a 8 , ne secondo turno travolge letteralmente il casertano D’Orta Pasquale per 10 a 0, in semifinale supera con grande autorità l’altro romano Bashire Daniel per 5 a 0 ed approda in finale dove ad attenderlo c’è il napoletano Raffaele Matrullo atleta esperto e pluri medagliato, l’incontro è veramente al cardiopalma ma nonostante un’ottima lotta Riccardo non riescie a superare l’incontro per l’oro e si deve accontentare della seconda piazza. Grandissima prova per Riccardo soprattutto in virtù del fatto che l’incidente automobilistico di un anno fa che lo aveva costretto a due mesi di ospedale sembra essere solo un ricordo lontano.

Adriano Olisterno al limite dei 55 kg mette a segno tre vittorie rispettivamente sul sassarese Dante Bussu, sul palermitano Paolo Palumberi e sul livornese Niccolini approdando in finale contro il savonese Bientinesi, la lotta è davvero entusiasmante e l’incontro finisce con la vittoria di larga misura dell’Imperiese, ottima prestazione per Adriano che si conferma uno dei migliori lottatori italiani ora aspettiamo la chiamata in nazionale dichiara il Presidente del sodalizio imperiese Franco Viani.

Esordio positivo per Giuseppe Gerbino che al limite degli 80 kg affronta la sua prima finale nazionale con coraggio e tanta voglia di far bene, la grande esperienza degli avversari non gli permette di andare oltre la settima piazza

Al termine della giornata il sodalizio imperiese si piazza in decima posizione nella speciale classifica dedicata alle società.

Ottime le sensazioni in casa Ok club, dove già dal lunedì gli allenamenti riprenderanno in vista di altre importanti competizioni.

 
Campionati Italiani di Lotta Libera Juniores PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Maggio 2017 00:00

CampionatoItalianoJunioresSL2017

Sabato scorso sono andati in scena nella splendida cornice del Centro Olimpico Federale “Matteo Pellicone di Ostia i Campionati Italiani di Lotta Libera Juniores riservati agli atleti fino a 20 anni di età. L’Ok club Imperia è presente alla competizione con i due fratelli Olisterno Adriano e Riccardo rispettivamente nella categoria al limite dei 50 kg e 55 kg. Gli imperiesi classe 2001 sono ancora cadetti (under 18) ma hanno tutte le carte in regola per poter affrontare avversari più grandi di loro anche di quattro anni. Il primo a scendere nell’arena è Riccardo che incontra il forte ascolano Di Giosia con cui un mese prima perse la finale per il bronzo ai campionati Italiani Cadetti, il combattimento e duro e l’imperiese riesce con una serie di tecniche a portarsi in vantaggio per 4 a 0 ma prima dello scadere del round per un banale errore Riccardo rimane atterrato e deve di nuovo arrendersi e conclude al settimo posto. Adriano fa percorso netto fino alla semi finale dove incontra Piazza delle Fiamme Oro Roma, il combattimento è durissimo e i due sferrano colpi senza risparmiarsi e il primo round finisce con l’atleta romano in vantaggio. Nel secondo round Adriano riesce a rimontare e mantiene un risicato vantaggio di 11 a 10 fino a cinque secondi dallo scadere quando per una distrazione si fa agganciare una gamba e cadendo proprio allo scadere del tempo regala due punti che gli negano la finale per l’oro. Nella finalina per il bronzo Adriano conquista il bronzo contro il calabrese Martino.

Una medaglia al Campionato Juniores quando sei ancora cadetto, denota una maturità tecnico-agonistica eccezionale, mi complimento con Adriano e con tutto lo staff Tecnico della lotta commenta il Presidente Viani

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 49