Qualificazioni Juniores-Torneo ES B-Trofeo ES A PDF Stampa E-mail
Lunedì 20 Aprile 2015 00:00
QualificazioniJuniores

 

Domenica lunga e impegnativa per i judokas imperiesi dell’OK Club che nel capoluogo ligure hanno partecipato a ben tre distinte competizioni che hanno coinvolto rispettivamente gli Juniores nella fase di qualificazione regionale per l’accesso ai campionati italiani, gli esordienti B in un torneo regionale e gli esordienti A nel trofeo Liguria.

Iniziano al mattino gli Juniores che per l’OK Club sono Simone e Gabriele Caramello, Giacomo Michelis, Edoardo Dotta, Riccardo Viani e Aime Noemi.

Il forte Gabriele Caramello nella categoria al limite dei 66 Kg è già qualificato di diritto in virtù della sua posizione nella ranking list nazionale e quindi non ha la necessità di eseguire le qualificazioni, il fratello Simone nei 73 Kg si aggiudica la gara di qualificazione mettendo in mostra notevoli doti tecniche e nonostante un’indisposizione in corso si sbarazza degli avversari vincendo nell'ordine Calza, Pallotta, Atzori e in finale Polleri, tutti per ippon prima del limite.

Al limite dei 90 kg. Giacomo Michelis, vince i suoi incontri classificandosi primo e strappando l'unico biglietto per le finali a disposizione in questa difficile categoria.

Ottima gara per Riccardo che arriva secondo nei 60 kg perdendo in finale con il forte spezzino Castagnola che si aggiudica l'accesso al campionato nazionale.

Edoardo Dotta al primo anno nella categoria juniores, al limite dei 66 kg guadagna la 5° posizione che non è sufficiente per l’accesso alle finali, ma dimostra una crescita costante che lo porterà presto ai vertici della categoria.

Noemi Aime combatte con grinta e determinazione ma, per inesperienza non accede alla finale, anche lei al primo anno juniores ha dato segnali positivi e molto incoraggianti per il futuro.

A seguire gli Esordienti B (anni 2001 e 2002) non sono da meno dei loro compagni più grandi, l’OK Club schiera una squadra composta da Nadia Arfaoui, Nicolas Beduini, Edy Belgrano, Tiziano Boggione, Paola Bogliorio, Marta Brignola, Anna Poracchio e Althea Secchi.

Prima posizione per Anna Poracchio nei 48 kg che dimostra una continua e costante crescita, nei 52 kg podio tutto OK Club, 1°, 2° e 3° piazza rispettivamente per Paola Bogliorio e Marta Brignola ed Edy Belgrano, mentre Nadia Arfaoui non al massimo della sua forma si deve accontentare della 3° posizione nei 63 Kg, Altea Secchi combatte nella 44 kg essendo una meno di 40 kg ma si aggiudica comunque la seconda piazza, perdendo solo per un piccolo errore con un'avversaria molto più pesante.

Fra i ragazzi ottimi segnali da Nicolas Beduini nei 45 kg e da Tiziano Boggione nei 50 kg entrambi secondi dopo pesanti prove portate a termine con vero carattere.

Per ultimi, ma non meno importanti, i piccoli Esordienti A (anno 2003) che combattevano per la 2° tappa del Trofeo Liguria valido per l’accesso alla finale nazionale del Trofeo CONI.

A rappresentare l’OK Club ci sono Davide Berghi, Gilulia Ghiglione, Camilla Giromini, Filippo Merano, Isabella Rimondo ed Elisa Scarrone.

Nella categoria al limite dei 36 kg Davide Berghi si piazza primo saltando il primo turno e vincendo per ippon su Crovetto del PRJ e la finale contro il genovese della Lino Team, anche nei 40 kg Filippo Merano si classifica primo dopo tre incontri vinti per ippon compresa la finale contro lo spezzino Bigliardi.

Nel gruppo femminile, Gilulia Ghiglione conquista l’oro nei 36 kg vincendo anche lei i suoi incontri con maturità e grinta.

Prima posizione anche per Elisa Scarrone nei 40 kg e Camilla Giromini nei 52 kg, peccato per la seconda posizione di Isabella Rimondo che non trova la giusta misura.

In virtù dei punteggi ottenuti l’OK Club si posiziona in prima posizione nel Trofeo Liguria con ben 58 punti davanti al Pro Recco Judo (32 punti) e allo Yoshin Ryu Bordighera (20 punti).

 
14° Torneo di Primavera PDF Stampa E-mail
Lunedì 13 Aprile 2015 00:00

14TorneoPrimaveraBambini
14TorneoPrimaveraFanciulli

Ritorna, dopo alcuni anni di sospensione, il prestigioso Torneo di Primavera organizzato dalla società Sakura di Arma di Taggia, che assieme al Memorial Mario Todde delle A.S.D. OK Club e Dojo Todde rappresentano le due principali competizioni di judo per atleti preagonisti della nostra provincia.

L’OK Club partecipa con una grande squadra composta da 52 atleti suddivisi nelle classi bambini (anni 2008-2011), fanciulli (2006-2007) e ragazzi (2004-2005).

Gli incontri scorrono veloci sulle cinque aree di gara allestite e sotto il controllo attento degli arbitri regionali e infine la pazienza, gli allenamenti e la preparazione della gara sono premiati da una fantastica serie di vittorie.

A fine giornata l’OK Club può contare su ben 21 primi posti, 14 argenti e 17 terze posizioni che la posizionano al secondo posto nella classifica finale per società.

Questi i risultati nel dettaglio, primi classificati fra i ragazzi Bruno Mattia, Ferri Alessandro, Galletta Federico, Gazzelli Vanessa, Marzullo Lorenzo, Petunia Rachele, Saglietto Nicola, Stuppia Asia, Valle Andrea.

Nella classe fanciulli Capone Gabriele, Cordeglio Mirko, Greco Francesco, Grosso Filippo, Mastrorillo Matteo, Ricciardone Edoardo, Scarrone Marco.

Nella classe bambini Ballarè Viola, Borca Martino, Fiume Dennis, Parrilla Giosuè, Raimondo Matteo.

Medaglia d’argento per Alassio Tommaso, Bandiera Davide, Calzamiglia Justin, Di Marco Yuri, Gatti Marta, Gilli Fabrizio, Giordano Martina, Giromini Filippo, Ranise Simone, Russo Daniele, Simondo Fabrizio, Simondo Michele, Tabbò Lorenzo, Vildiz Yasin.

Terza posizione per Bagarolo Stefano, Bracco Lorena, Bracco Nicolò, Gazzelli Baner, Lanza Daniele, Marzullo Rebecca, Pistis Dario, Quaglia Francesco, Rossi Samuele, Russo Mattia, Santomauro Giulia, Schimmelpenning Emma, Selko Xhanluka, Siccardi Diego, Sini Francesca, Teobaldi Mattia, Zanella Nicolò.


 
1° Memorial Pippo Spagnolo PDF Stampa E-mail
Lunedì 02 Marzo 2015 00:00
PippoSpagnolo

A circa un anno dalla scomparsa dell’indimenticabile Pippo Spagnolo, che per anni è stato alla guida del Judo Ligure, il comitato regionale ha organizzato domenica 1° marzo il primo trofeo internazionale in sua memoria, aperto alla classe agonistica degli esordienti B.

Più che soddisfacente la partecipazione di numerosi club provenienti da diverse regioni che hanno dato vita ad una interessante competizione che, perfettamente coordinata dal comitato regionale, si è conclusa nel pomeriggio.

Non poteva mancare l’OK Club di Imperia che, pur se a ranghi ridotti, ha schierato sette atleti nelle diverse categorie in gara.

Il primo a scendere sul tatami è Tiziano Boggione che dà il massimo nella dura categoria al limite dei 50 kg ma non riesce purtroppo ad avere la meglio nei confronti di forti avversari, i segnali sono comunque positivi e Tiziano avrà senz’altro modo di cresce nel corso della stagione.

Terminate le categoria maschili è la volta delle ragazze, un sorteggio non favorevole pone da subito di fronte due forti atlete della nostra associazione, Rebecca Bruno ed Edy Belgrano, entrambe nella categoria 52 kg.

Le atlete si equivalgono e danno vita ad un bellissimo incontro nel quale alla fine ha la meglio Belgrano che posiziona Rebecca nella dura pool dei recuperi.

Bellissimi incontri anche per Paola Bogliorio che nella stessa categoria non ha problemi fino alle semifinali, al termine Belgrano e Bogliorio si devono arrendere di fronte ad atlete molto forti e conquistano un ottimo e meritato terzo posto.

Meno bene per Marta Brignola che ha disputato ottimi incontri nella categoria dei 57 kg che non è la sua e nella quale si è trovata pertanto di fronte ad avversarie fisicamente al di fuori della sua portata, Marta ha comunque dimostrato ottime doti che le faranno raggiungere il giusto traguardo.

Nella seconda parte del pomeriggio scendono sul tatami Althea Secchi e Nadia Arfaui, Althea al limite dei 40 kg parte come sempre al massimo ma un passo falso le costa caro già dal primo incontro, riparte con ancora più grinta e questa volta non commette più errori inanellando una serie di vittorie che la portano sul secondo gradino del podio.

Anche Nadia per pochissimo salta la categoria e si vede costretta a misurarsi con le fortissime atlete al limite dei 70 kg, ma nulla intimidisce quest’atleta molto dotata che si lascia alle spalle due quotate atlete romane rispettivamente 1° e 2° della ranking list italiana in questa categoria. Solo una distrazione all’ultimo combattimento le costa cara e la ferma al terzo gradino del podio.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 31